Soluzioni per la gestione flotte di enti pubblici: GPS e non solo

Soluzioni per la gestione flotte di enti pubblici: GPS e non solo

La gestione di una flotta è un’attività trasversale presente in ogni tipo di azienda, sia essa pubblica o privata, che utilizzi veicoli leggeri o pesanti per il proprio business.

Soprattutto per un ente pubblico, la presenza di mezzi richiede un controllo costante dei costi, dell’ubicazione, dello stato dei veicoli a garanzia della loro usabilità e della sicurezza di dipendenti e utenti.

Tra le varie soluzioni innovative e tecnologie disponibili per gestire e monitorare la flotta aziendale, uno degli strumenti in grado di essere un reale supporto per chi si occupa del monitoraggio dei veicoli aziendali è un software di localizzazione GPS.

Riuscire ad installare dispositivi GPS a bordo dei mezzi, però, può non essere semplice soprattutto nel caso di Enti Pubblici, a causa dei forti dubbi legati a violazione della privacy e normative.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo insieme i benefici da valutare nel caso di localizzatori gps per flotte aziendali.

 

Gestione delle flotte aziendali con software di localizzazione: quali sono i vantaggi 

Un software di localizzazione è di fatto una piattaforma informatica alimentata da dispositivi GPS o localizzatori satellitari installati sui nostri mezzi.

Si tratta dunque di una combinazione tra software e hardware che ci consente di ottenere diversi risultati:

  • Conoscere la collocazione esatta e i percorsi fatti dai nostri mezzi
  • Ottenere report su consumi e km percorsi;
  • Fare statistiche sulla percentuale di utilizzo di ciascun mezzo giorno per giorno;
  • Conoscere costantemente chi è alla guida.

Vediamo punto per punto ognuno di questi vantaggi.

 

1. Conoscere la collocazione esatta dei mezzi 

Conoscere costantemente la posizione dei nostri mezzi è certamente un vantaggio sia che ci occupiamo di raccolta di rifiuti, sia che gestiamo un parco veicolare per trasporto pubblico.

Un GPS tracker ci permette di sapere con certezza che i nostri mezzi sono in movimento e stanno rispettando il percorso prestabilito e nell’orario previsto, ci consente di poter dimostrare che stiamo rispettando i parametri contrattuali previsti dal nostro servizio.

Poter intervenire prontamente in caso di necessità da parte del driver garantirà l’innalzamento dei livelli di sicurezza sul lavoro.

 

2. Ottenere report su consumi e km percorsi

Sarà importante che il software sia in grado di produrre report su consumi e km percorsi e che consenta di scegliere il periodo che più ci interessa esaminare, andando a ottenere un monitoraggio dei veicoli aziendali dettagliato in funzione degli obiettivi. 

Potremo così distribuire al meglio le attività per garantire un utilizzo omogeneo e costante dei mezzi ed evitare di avere mezzi fermi ed altri eccessivamente usurati.

Potremo inoltre verificare le prestazioni dei nostri mezzi e verificare la necessità di formazioni di guida. Non dimentichiamo che il consumo medio di un veicolo può cambiare notevolmente a seconda dello stile di guida

Soluzioni_per_la_gestione_flotte_di_enti_pubblici_gps_e_tanto_altro_2_Drivevolve

 

3. Fare statistiche sulla percentuale di utilizzo di ciascun mezzo giorno per giorno

Monitorare la nostra flotta e conoscere quanto ogni mezzo è utilizzato giorno per giorno, vuol dire verificare che i mezzi scelti siano idonei allo svolgimento delle nostre attività e che siano utilizzati in modo omogeneo. 

Conoscere la percentuale di utilizzo su un determinato periodo ci permetterà, laddove necessario, di distribuire meglio i carichi di lavoro per evitare sovraccarichi e picchi di utilizzo.

Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere l’articolo: “Gli Strumenti per la gestione della flotta”.

 

4. Conoscere costantemente chi è alla guida

I più moderni dispositivi GPS sono corredati anche di altri accessori che consentono l’identificazione dei conducenti.

Sapere chi guida i nostri veicoli non deve essere un modo per controllare i driver quanto piuttosto per ottimizzare le attività e tutelare il patrimonio aziendale.

Sapere quale dei nostri dipendenti è vicino al luogo che necessita di un nostro intervento ci permette di essere tempestivi e efficaci nella soluzione del problema.

 

Quindi è possibile adottare la localizzazione GPS nel settore pubblico?

La ritrosia e la diffidenza verso un potenziale strumento di controllo dei dipendenti può seriamente ostacolare l’avvio di un progetto di monitoraggio della flotta aziendale nel settore pubblico.

Occorre esaminare con attenzione tutte le potenzialità del software di localizzazione che sceglieremo e affidarci a esperti che conoscano i bisogni connessi al fleet management.

Questo sarà essenziale per esser certi di rispettare le norme vigenti in materia e per trasferire all’interno dell’azienda i vantaggi in fatto di ottimizzazione dei consumi e non solo, mantenendo rispetto della privacy e della sicurezza dei dipendenti.

Se vuoi approfondire questo argomento relativo alla gestione della flotta clicca sul bottone qui in basso per scaricare la brochure relativa.

Massimiliano Collino

Area commerciale e sviluppo

Laureato In Studi Giudirici all’Università Cattolica di Milano, opero da quasi 10 anni nel Mondo del Fleet Management, occupandomi soprattutto di formazione per i drivers e seguendo lo sviluppo delle tecnologie da applicare alla gestione della flotta aziendale. Mi sono appassionato al mondo automotive seguendo l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei loro stili di guida, applicando poi alla gestione gli innovativi metodi di Lean per una visione più integrata e snella dei processi di gestione aziendali.