Outsourcing della Gestione Flotta: prospettive e considerazioni

Outsourcing della Gestione Flotta: prospettive e considerazioni

La gestione flotta in outsourcing si sta affermando come una scelta strategica per molte aziende.

Tra i vantaggi chiave spicca l’accesso a un’expertise specializzata: i provider sono maestri nel settore e possono introdurre soluzioni innovative e strategie migliori per ottimizzare le operazioni. 

 

La consulenza di fleet management, quando richiederla?

La decisione di richiedere una consulenza a fleet manager esterni dipende da diversi fattori.

Un’azienda in crescita o un’azienda di grandi dimensioni, per esempio, potrebbe richiedere la consulenza di esperti di fleet management per valutare i propri processi, andando verso una trasformazione più lean nella gestione flotta. 

Anche l’aumento dei costi (es: carburante, manutenzione o noleggio), possono essere rivisti grazie alla consulenza esperta, così da identificare le cause degli incrementi e sviluppare le strategie necessarie per contenere le spese

Sono molti i motivi per cui affidare la gestione della propria flotta in outsourcing, spesso legati alla necessità di introdurre competenze:

  • Aggiornamento tecnologico: l’evoluzione delle tecnologie nel settore della gestione flotta può richiedere una consulenza per valutare se le attuali soluzioni tecnologiche in azienda sono all’avanguardia oppure no. Gli esperti possono aiutare a integrare nuovi sistemi di monitoraggio, pianificazione e gestione dei veicoli.
  • Conformità normative: i regolamenti nel settore dei trasporti e della gestione flotta possono cambiare anche repentinamente e adeguarsi dal punto di vista normativo in tempi rapidi è fondamentale per non incorrere in sanzioni. 

In generale, l’outsourcing permette di identificare le aree di miglioramento, come l’ottimizzazione dei percorsi, la riduzione degli sprechi e l’implementazione di tecnologie avanzate di monitoraggio e gestione.

 

Quali sono i vantaggi di adottare un fleet manager esterno all’azienda?

Senza dubbio, l’idea di prendere a bordo un fleet manager esterno offre esperienza e competenze specializzate che possono trasformare radicalmente la gestione dei veicoli, ma anche la gestione degli obiettivi aziendali.

I consulenti di fleet management prendono in carico l’interezza della flotta, con l’obiettivo di gestirla al meglio delle performance introducendo processi e analisi basata sui dati. Un approccio che può essere esteso anche verso altri obiettivi aziendali.

Costi sempre sotto controllo, sicurezza al primo posto e valutazioni periodiche rispetto all’andamento della gestione e allo stato di salute dei mezzi. Affidandosi a un esperto esterno, ci si assicura anche di essere allineati con regolamenti e normative. Questo riduce significativamente i rischi legali e finanziari. 

 

Reportistica della flotta in outsourcing, dal monitoraggio alle prestazioni

Potremmo dire che il cuore del rapporto tra azienda e provider di fleet management stia tutto nella rendicontazione. I report periodici permettono di tenere sotto controllo le prestazioni, evidenziare criticità e individuare aspetti di miglioramento.

  • Trasparenza e Monitoraggio delle Prestazioni:

La reportistica consente di ottenere una visione chiara e dettagliata delle attività della flotta. Grazie a report accurati, è possibile seguire da vicino aspetti chiave come i chilometri percorsi, i tempi di utilizzo dei veicoli, i consumi di carburante, i costi di manutenzione e molto altro.

  • Valutazione delle Strategie e Ottimizzazione:

Si tratta di input necessari per valutare l’efficacia delle strategie e delle tattiche implementate. Questo permette di confrontare i risultati ottenuti con gli obiettivi prefissati e apportare modifiche o regolazioni in base ai dati raccolti.

  • Decisioni Informate e Pianificazione Futura:

Un report dettagliato e accurato può fare la differenza quando si tratta di prendere decisioni importanti. Le informazioni fornite dalla reportistica aiutano a stabilire piani strategici a lungo termine, come l’aggiunta o la riduzione dei veicoli in base alla domanda o l’adozione di nuove tecnologie per migliorare l’efficienza.

  • Comunicazione con Provider in outsourcing:

La reportistica rappresenta uno strumento cruciale per mantenere una comunicazione efficace con i consulenti di fleet management. Attraverso i dati condivisi nei report, si possono discutere in dettaglio le prestazioni e i KPI, collaborando per trovare soluzioni migliori. 

 

Perché richiedere una consulenza di Fleet management a Drivevolve

Il team Drivevolve supporta le aziende nello snellire i processi aziendali, supportando le decisioni e verificandone gli andamenti: i vantaggi principali del perché affidarsi a un consulente esperto.

La digitalizzazione in questo senso ha imposto dei cambiamenti che un moderno Fleet Manager non può assolutamente farsi sfuggire. Riuscire a semplificare la gestione della flotta, magari avvalendosi di software facilmente integrabili con altri sistemi interni, permette di liberarsi di molte pratiche ormai datate.

+35% di efficienza di gestione e – 25% di tempo sprecato, non sono soltanto dati, ma anche e soprattutto dei risultati effettivi che Drivevolve promette con il servizio di consulenza.

Massimiliano Collino

Area commerciale e sviluppo

Laureato In Studi Giudirici all’Università Cattolica di Milano, opero da quasi 10 anni nel Mondo del Fleet Management, occupandomi soprattutto di formazione per i drivers e seguendo lo sviluppo delle tecnologie da applicare alla gestione della flotta aziendale. Mi sono appassionato al mondo automotive seguendo l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei loro stili di guida, applicando poi alla gestione gli innovativi metodi di Lean per una visione più integrata e snella dei processi di gestione aziendali.