Incidenti con mezzi aziendali di chi è la responsabilità

Incidenti con mezzi aziendali di chi è la responsabilità

La domanda può sembrare un po’ banale e altrettanto ovvia potrebbe apparire la risposta, ma siamo sicuri che sia tutto così semplice?

Pensiamo davvero di conoscere ogni cosa sull’incidentalità e sulle relative responsabilità?

È sempre solo responsabilità di chi guida? Il fleet manager potrebbe essere parte del processo?

Approfondiamo quali sono le responsabilità in caso di sinistri di una flotta aziendale e soprattutto a chi appartengono.

Come prima cosa va fatta una distinzione tra tipologie di sinistri:

  • Sinistri senza controparte
  • Sinistri con controparte con responsabilità acclarata del nostro driver
  • Sinistri con controparte con responsabilità della controparte

Al primo gruppo appartengono dunque anche quei sinistri, magari di lieve entità causati da disattenzione, che comportano comunque danni al veicolo ma che non coinvolgono terze parti.

Possiamo pensare a piccoli danni causati durante le manovre di parcheggio o in fase di uscita o ingresso nel veicolo, danni provocati da parcheggi non appropriati o da terreni accidentati percorsi a velocità troppo elevata.

Il secondo gruppo comprende tutti i sinistri che coinvolgono terze parti e che sono stati causati dal nostro driver. Può trattarsi d’impatti causati da scarsa attenzione o dal mancato rispetto del codice della strada. 

Si passa dal mancato rispetto del semaforo rosso o del dare precedenza, a un sorpasso azzardato o ancora da un eccesso di velocità che non ci consente di fermare per tempo il veicolo. In ogni caso un atteggiamento del nostro driver ha causato direttamente un sinistro che ha coinvolto una o più controparti.

In fine ci sono incidenti in cui sono coinvolti i mezzi della nostra flotta, ma che non sono causati da noi, almeno in apparenza. Ebbene si anche in questa ultima tipologia di sinistro non siamo completamente esentati da responsabilità. 

Se approfondiamo il ragionamento ci appare chiaro che, tranne pochissimi casi, anche laddove apparentemente siamo stati vittima di un sinistro, la nostra attenzione gioca un ruolo fondamentale.

Dunque non è poi tutto cosi semplice. Se freniamo in modo brusco perché ci accorgiamo all’ultimo istante di un ostacolo e qualcuno impatta col nostro mezzo tamponandoci di chi è la responsabilità?

La legge dice che è colui che ha tamponato non teneva la corretta distanza di sicurezza dal nostro mezzo per cui è il diretto responsabile, ma dal punto di vista pratico non è difficile ammettere che anche la nostra disattenzione ha giocato la sua parte.

La distrazione risulta ancora oggi la maggior causa d’incidentalità stradale.

Hai un’azienda di vigilanza e non sai come monitorare e gestire la flotta, in modo pratico e sicuro? Leggi l’articolo: “CONTROLLO E GESTIONE DI FLOTTE PER LE AZIENDE DI VIGILANZA“.

Che responsabilità ha il fleet manager in caso di sinistri?

Ritornando al fleet manager esiste una responsabilità da parte sua, quando si parla di sinistri che riguardano mezzi aziendali? Ebbene si!

Gestire la flotta significa infatti gestire anche il rapporto diretto con i driver e con le agenzie assicurative o con i Noleggiatori a lungo termine, in entrambi i casi il fleet manager è il ricettore di tutte le informazioni utili a ricostruire il sinistro e a comprenderne la dinamica e responsabilità.

I sinistri fanno parte dell’attività quotidiana di coloro che gestiscono le flotte aziendali, ma quando ci si accorge di essere di fronte a un fenomeno in crescita, è certamente necessario fermarsi, analizzare i dati a disposizione e riflettere su quali potrebbero essere gli strumenti utili per invertire questa tendenza negativa.

L’incidentalità può essere ridotta agendo soprattutto sul comportamento degli autisti.

Attenzione a quello che si fa, attenzione a quanto ci circonda, consapevolezza di se stessi possono aiutarci a ridurre drasticamente il numero dei sinistri.

Il fleet manager può intervenire attivamente.

Esistono corsi di formazione di guida pensati per questo, dedicati alle aziende che hanno flotte, costruiti su misura in base all’attività svolta, alla tipologia delle strade percorse abitualmente.

Drivevolve si occupa anche di questo e da oltre dieci tiene corsi di guida in sicurezza per driver di mezzi pesanti e leggeri. 

Moltissimi fleet manager si sono rivolti a noi per ridurre l’incidentalità stradale e migliorare gli standard di sicurezza dei propri driver scopri come.

DRIVEvolve è in grado di strutturare un piano formativo personalizzato e su misura per la tua flotta. 

Massimiliano Collino

Area commerciale e sviluppo

Laureato In Studi Giudirici all’Università Cattolica di Milano, opero da quasi 10 anni nel Mondo del Fleet Management, occupandomi soprattutto di formazione per i drivers e seguendo lo sviluppo delle tecnologie da applicare alla gestione della flotta aziendale. Mi sono appassionato al mondo automotive seguendo l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei loro stili di guida, applicando poi alla gestione gli innovativi metodi di Lean per una visione più integrata e snella dei processi di gestione aziendali.