Gestione flotta gps: i vantaggi di un software a pagamento

Gestione flotta gps: i vantaggi di un software a pagamento

Acquistare un software per risparmiare sui costi? Può sembrare strano ma è vero! 

Pagare ogni mese un canone per l’utilizzo di un software di localizzazione può essere visto come un aggravio di spese che pesano sul budget della nostra flotta ma non è cosi. Spesso quando scegliamo un software di localizzazione per i nostri mezzi facciamo una ricerca per individuare quello che ci sembra più economico, dal momento che ad una prima occhiata le piattaforme di localizzazione appaiono tutte uguali. 

La sola differenza è dunque il costo, ma ne siamo sicuri? 

Esistono elementi più importanti dal punto di vista gestionale a parte il costo? 

In realtà potrebbe accadere che un software più economico costituisca un costo, uno più oneroso, al contrario, un investimento. Vediamo perché. 

Una piattaforma di localizzazione è composta da tre elementi fondamentali che possono influire in modo significativo sulla qualità e sul costo del software:  

  1. I dispositivi installati a bordo dei veicoli (hardware) 
  2. La Piattaforma 
  3. APP 

1. Dispositivi installati a bordo dei veicoli (hardware) 

Affinchè sia possibile ottenere informazioni dai nostri mezzi è indispensabile installarvi a bordo dispositivi harware in grado di raccogliere dati

Sebbene costituiscano una parte apparentemente trascurabile del prodotto che decidiamo di acquistare, sono questi dispositivi abitualmente definiti GPSFleet Tracker o Black Box a fare davvero la differenza. 

Al di là del nome, il significato non cambia, si tratta di piccole scatole collegate al nostro mezzo, ancor meglio alla “centralina” del veicolo e capaci di trasmettere attraverso una scheda GSM le informazioni ad una piattaforma di localizzazione. 

In commercio esiste una quantità di dispositivi anche estremamente differenti nel costo e nelle prestazioni, e sarà fondamentale scegliere il dispositivo GPS più idoneo alle nostre necessità per ottenere un risultato soddisfacente. 

Sarà il dispositivo a determinare la tipologia e la quantità di dati di cui disporremo attraverso la piattaforma e certamente costituiranno la componente più significativa del costo del software che sceglieremo. 

In breve, più informazioni desideriamo ricevere, più avanzato e affidabile dovrà essere il dispositivo. 

2. Piattaforma software

Affinché un software possa essere davvero utile alla gestione della nostra flotta dovrà avere una interfaccia che garantisca una esperienza d’uso gradevole e intuitiva, ma nello stesso tempo dovrà contenere informazioni sufficienti per la gestione della nostra flotta. 

La posizione GPS è solo una delle informazioni che è possibile ricevere sui nostri mezzi, ma altrettanto importante è conoscerne i consumi, la quantità di CO2 emessa, la loro velocità di marcia e lo stato di salute . 

Le più recenti piattaforme di localizzazione infatti considerano la posizione in tempo reale non una informazione fine a se stessa, ma un elemento attraverso il quale individuare punti interesse “POI” e impostare alert di avviso relativi alla presenza o al transito dei mezzi rispetto ai POI. 

Altrettanto importante sarà la possibilità di ottenere dal nostro software report in tempo reale relativi ai percorsi fatti, alla percentuale di utilizzo dei mezzi, ai consumi e alle emissioni, con possibilità di impostare autonomamente il formato e l’estensione del report. 

Attraverso il software di localizzazione inoltre, potremmo ottenere informazioni fondamentali per la sicurezza dei nostri conducenti. 

Dati di diagnosi rilevate dai nostri veicoli sono in grado di comunicarci lo stato di salute dei mezzi, l’eventuale necessità di manutenzione o rilevare anomalie. 

Questo ci consentirà di fare manutenzione preventiva sui veicoli e dunque evitare manutenzioni straordinarie e fermi mezzo imprevisti, ma soprattutto garantirà la sicurezza dei nostri driver. 

3. Applicazione Mobile

 

I software GPS più recenti includono anche una Applicazione mobile dedicata alla localizzazione. In alcuni casi si tratta di una versione sintetica del software, in altri casi invece è un vero e proprio strumento di interazione tra il Fleet Manager, il driver e la piattaforma. 

Sarà indispensabile ovviamente disporre di cellulari individuali in grado di supportare la APP e fare l’opportuna formazione ai driver. 

In conclusione dunque, la scelta di un software GPS idoneo alle nostre necessità non è così semplice. Acquistare il prodotto meno costoso come abbiamo visto potrebbe costituire più un danno che un beneficio. Questa consapevolezza e la consulenza di una società che si occupa di fleet management può certamente aiutarci a fare la scelta giusta. 

DRIVEvolve ha tra i suoi prodotti anche un software di localizzazione FLEERUN in grado di integrarsi con altri software e con diversi dispositivi di localizzazione per offrirti il miglior strumento possibile. 

Richiedi maggiori informazioni ai nostri consulenti e scopri le nostre offerte! 

Massimiliano Collino

Area commerciale e sviluppo

Laureato In Studi Giudirici all’Università Cattolica di Milano, opero da quasi 10 anni nel Mondo del Fleet Management, occupandomi soprattutto di formazione per i drivers e seguendo lo sviluppo delle tecnologie da applicare alla gestione della flotta aziendale. Mi sono appassionato al mondo automotive seguendo l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei loro stili di guida, applicando poi alla gestione gli innovativi metodi di Lean per una visione più integrata e snella dei processi di gestione aziendali.