ADAS auto, le nuove regole in vigore dal 2022

ADAS auto, le nuove regole in vigore dal 2022

Per garantire la sicurezza sulle strade, l’Unione Europea ha reso effettivo il Regolamento comunitario 2019/2144, con decorrenza dei contenuti dal 6 luglio 2022. Si tratta degli ADAS in auto, ovvero gli Advanced Driver Assistance Systems, sistemi di assistenza avanzata alla guida.

 

Cosa sono i sistemi ADAS

ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) è un insieme di tecnologie che aiutano i conducenti e migliorano la sicurezza delle persone. È entrato in vigore a partire dal 2022 sulle auto di nuova omologazione, ma l’obbligo verrà esteso a tutti i veicoli entro il 2024. Secondo le stime di Bruxelles, le misure aiuteranno a salvare 25mila vite ed eviteranno almeno 140mila feriti gravi entro il 2038.

 

Sistemi ADAS obbligatori dal 2022

Il Regolamento 2144 prevede l’introduzione di quasi trenta dotazioni per la salvaguardia della sicurezza di conducenti e passeggeri, ma i sistemi Adas obbligatori dal 2022 sono:

  • Controllo adattivo della velocità
  • Rilevamento della stanchezza del conducente
  • Avvio del motore dopo etilometro
  • Frenata automatica di emergenza
  • Registrazione dati in caso di incidente (scatola nera)
  • Mantenimento attivo della corsia di marcia

Entriamo nel dettaglio dei sistemi ADAS.

 

Controllo adattivo della velocità (Intelligence speed assistance)

Il sistema di controllo della velocità o Intelligent Speed Assistance permette di regolare la velocità durante la marcia, considerando i limiti, le condizioni della strada e del traffico, la distanza di sicurezza da mantenere con chi ci precede. L’entrata in azione del sistema avviene grazie a una videocamera. Collegando il funzionamento di telecamera e radar frontali, utilizzati per riconoscimento dei segnali stradali, frenata di emergenza e il cruise control adattivo (adaptive cruise control), l’ISA è in grado di impostare in autonomia un determinato limite di velocità.

 

Rilevamento della stanchezza del conducente (Driver attention alert)

Il Driver Attention Alert è un dispositivo in grado di rilevare la stanchezza e i momenti di distrazione del conducente in presenza di ostacoli. Tramite sensori e telecamere interne, il sistema monitora l’attenzione del guidatore, intervenendo se necessario con avvisi acustici.

 

Avvio del motore dopo etilometro (Alcol Interlock)

Soffiare per accendere la macchina. È la nuova frontiera della prevenzione della guida in stato d’ebbrezza. I sistemi Alcol Interlock prevedono l’installazione all’interno del veicolo di un etilometro collegato alla centralina di accensione del motore. Se il livello dell’alcol presente nell’aria soffiata nell’apparecchio dal conducente supera il limite previsto dalle norme del Codice stradale, il sistema blocca il motore impedendo l’avviamento il veicolo. Di fatto è un etilometro blocca motore, un altro sistema Adas obbligatorio dal 6 luglio 2022.

 

Frenata automatica di emergenza (Automatic Emergency Breaking)

Grazie a sensori speciali, il veicolo è in grado di rilevare la distanza con auto, pedoni e ciclisti e frenare automaticamente. La frenata automatica di emergenza prevede una velocità massima di attivazione.

Secondo un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec realizzata sulla base del Global Automotive Consumer Study 2021 di Deloitte, la frenata automatica di emergenza è l’Adas più apprezzato in Italia: lo considera importante l’83% del campione intervistato.

 

Registrazione dati in caso di incidente (Black Box Auto)

Pure il registratore dei dati di evento è un Adas obbligatorio. La Black Box Auto è un dispositivo dotato di un localizzatore Gps che permette il monitoraggio delle informazioni inerenti il mezzo di trasporto e lo stile di guida del suo conducente.

 

Mantenimento attivo della corsia di marcia (Emergency Lane Keeping Assist)

È un dispositivo che interviene in caso di distrazioni che possono portare all’uscita del mezzo dalla carreggiata. Con il sistema di mantenimento della corsia, il mezzo rimane dentro le linee anche in presenza di curve.

 

Quanto costa ricalibrare i sistemi Adas?

La American Automobile Association – informa il sito Newsauto.it – ha condotto diverse indagini in merito all’incidenza del costo di ripristino degli Adas sulle riparazioni. Emerge che per urti di lieve entità l’importo può raddoppiare, con un aumento del costo medio della riparazione che da 1.500 euro può arrivare a quota 3mila e salire a 5mila euro se l’incidente coinvolge sia l’anteriore che il posteriore dell’auto.

DRIVEvolte può supportarti nella gestione dei sistemi ADAS installati nella tua flotta veicoli grazie al software di fleet management Fleeway.
Il software è interamente personalizzabile e ti permette di avere dati e analisi puntuali, oltre che programmare le manutenzioni predittive sulla base di informazioni come consumi e usura. Può essere integrato con il tuo gestionale e con Fleerun, l’app che gestisce tutte le black box installate nella flotta.

Massimiliano Collino

Area commerciale e sviluppo

Laureato In Studi Giudirici all’Università Cattolica di Milano, opero da quasi 10 anni nel Mondo del Fleet Management, occupandomi soprattutto di formazione per i drivers e seguendo lo sviluppo delle tecnologie da applicare alla gestione della flotta aziendale. Mi sono appassionato al mondo automotive seguendo l’evoluzione tecnologica dei mezzi e dei loro stili di guida, applicando poi alla gestione gli innovativi metodi di Lean per una visione più integrata e snella dei processi di gestione aziendali.